Elezioni europee: il ferro e il cotone

di Sungur Savran (Partito Rivoluzionario dei Lavoratori – Turchia) Un ultimo periodo di grazia. Le elezioni del Parlamento europeo hanno fornito l’ultima occasione al movimento organizzato della classe lavoratrice europea e della sinistra prima della tempesta. Il movimento proto-fascista, che il mondo intero chiama insistentemente e ciecamente “populista”, ha ottenuto un grande successo in queste elezioni, ma nonostante ciò questo non è stato il genere … Continua a leggere Elezioni europee: il ferro e il cotone

XXVI Congresso del Partido Obrero – Conclusioni e iniziative della Commissione Donne

di Valeria Lobos La Commissione delle donne (del Partido Obrero – Argentina) ha deliberato con più di trenta delegate da diverse province e fronti di lotta. Sono state tratte le conclusioni che costituiranno la base dell’orientamento politico che il Partido Obrero (Partito Operaio) e il Plenario de Trabajadoras (Plenaria delle Lavoratrici) porteranno avanti quest’anno sul terreno delle rivendicazioni delle donne lavoratrici. Un bilancio politico è … Continua a leggere XXVI Congresso del Partido Obrero – Conclusioni e iniziative della Commissione Donne

La vittoria di Pirro di capitan Salvini, il crollo delle illusioni a 5 Stelle e il fallimento di nuove e vecchie sinistre riformiste

di RdB In attesa di pubblicare analisi ben più approfondite su quanto accaduto nelle urne domenica e sugli scenari politici futuri in Europa ma soprattutto in Italia, di seguito una prima nota di commento innanzitutto per contrastare il trionfalismo, amplificato dai media della borghesia, con cui viene ammantata in queste ore la Lega, la quale giustamente, spacconate di Salvini a parte, festeggia ma non troppo. … Continua a leggere La vittoria di Pirro di capitan Salvini, il crollo delle illusioni a 5 Stelle e il fallimento di nuove e vecchie sinistre riformiste

Astensione elettorale contro i liberali europeisti e contro i sovranisti “antieuropei”!

Per l’indipendenza dei lavoratori e delle lavoratrici, d’Italia e d’Europa, da tutte le fazioni della borghesia! Le elezioni europee di domenica avvengono in un contesto di scontro apparente tra le forze liberali europeiste (in Italia soprattutto PD e Forza Italia) e le forze sovraniste (M5S e Lega al governo, e al loro fianco Fratelli d’Italia). Gli europeisti, che negli anni sono stati il braccio italiano … Continua a leggere Astensione elettorale contro i liberali europeisti e contro i sovranisti “antieuropei”!

Il governo alla prova delle europee

Di Michele Amura Il governo Conte può non superare indenne le elezioni europee, paradossalmente non per una débâcle elettorale, ma per una affermazione decisiva della Lega Nord. Lo scontro perenne tra i 5 Stelle e Salvini è il prodotto di una contraddizione insuperabile per il Governo Conte: un governo di coalizione tra due partiti che hanno la stessa base sociale ed elettorale e che devono … Continua a leggere Il governo alla prova delle europee

Dichiarazione dell’Incontro di Emergenza sull’Europa – Elezioni europee 2019

di Centro Socialista Balcanico “Christian Rakovsky” e RedMed L’Europa si sta rapidamente trasformando in un campo di battaglia cruciale per una guerra di classe internazionale. La persistente lotta dei gilet gialli in Francia, lunga sei mesi, la rivolta operaia in Ungheria contro la “legge-schiavitù” introdotta dal regime nazionalista di estrema destra di Orban, i disordini e le manifestazioni di massa in Serbia, Albania, Romania e … Continua a leggere Dichiarazione dell’Incontro di Emergenza sull’Europa – Elezioni europee 2019

Il RdC è uno strumento di controllo sociale! Garantirà profitti alla borghesia ma non scongiurerà la rabbia del proletariato!

Il “decretone” approvato dal governo gialloverde su Reddito di Cittadinanza e Quota 100 non è altro che l’ennesima elemosina di Stato concessa in campagna elettorale in vista delle elezioni europee, prassi che non si distingue per nulla da quella di tutti gli altri governi che hanno preceduto questo (altro che “governo del cambiamento”!), da ciò che fece ad esempio Renzi cinque anni fa, sempre a … Continua a leggere Il RdC è uno strumento di controllo sociale! Garantirà profitti alla borghesia ma non scongiurerà la rabbia del proletariato!