CIAO CARO COMPAGNO MASSIMO, GRAZIE PER TUTTO QUELLO CHE HAI DATO ALLA CLASSE… E A NOI!

Massimo Iberti (militante del collettivo L’Internazionale, legato alla francese Lutte Ouvrière), compagno di tante battaglie e caro amico, ci ha lasciato. La perdita di un così grande combattente, nella politica come nella vita, ci addolora e ci lascia sgomenti. Nonostante ci accomunasse l’appartenenza al campo del marxismo rivoluzionario, in pratica non abbiamo mai fatto parte della stessa organizzazione nello stesso periodo, eppure ci è difficile … Continua a leggere CIAO CARO COMPAGNO MASSIMO, GRAZIE PER TUTTO QUELLO CHE HAI DATO ALLA CLASSE… E A NOI!

La terra della Rivoluzione d’Ottobre: un paese di donne in cammino verso l’emancipazione. Sesta parte: l’esperienza dello Zhenotdel

Per la quinta parte clicca qui. Sesta parte dell’articolo della compagna Armağan Tulunay pubblicato su World Revolution no.1 In effetti, le radici di Zhenotdel affondano in un opuscolo scritto da Krupskaya nel 1900 e intitolato Woman as a Worker. A partire da quella data, con gli sforzi coscienti di Krupskaya, Armand e Kollontaj, continuarono le attività tra le operaie. Furono creati diversi gruppi locali di lavoratrici. Il giornale Rabotnitsa era usato … Continua a leggere La terra della Rivoluzione d’Ottobre: un paese di donne in cammino verso l’emancipazione. Sesta parte: l’esperienza dello Zhenotdel

Trotskismo e stalinismo nella rivoluzione vietnamita (Quarta parte)

di Matias Villar e Andrés Roldán Nei contributi precedenti abbiamo analizzato il processo rivoluzionario che si verificò in Vietnam dopo la resa del Giappone nell’agosto del 1945[1]. Durante la rivoluzione di agosto e le rivolte di settembre, le masse vietnamite occuparono le terre, le fabbriche e le officine, formarono in varie regioni organismi semi sovietici e lanciarono una lotta per l’indipendenza nazionale con alla testa … Continua a leggere Trotskismo e stalinismo nella rivoluzione vietnamita (Quarta parte)

L’origine socialista dell’8 Marzo

Di Natalia González La Giornata Internazionale delle Donne Lavoratrici trae le sue origini nel Movimento Internazionale delle Donne Socialiste, nato tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, che prese parte alla costruzione dei primi partiti socialisti, nelle fabbriche tessili e nei movimenti delle suffragette. Le socialdemocratiche nordamericane e inglesi diedero un grandissimo contributo al Movimento delle Suffragette. Questa organizzazione di donne lottava, … Continua a leggere L’origine socialista dell’8 Marzo

Trotskismo e stalinismo nella rivoluzione vietnamita del 1945 (terza parte)

di Matias Villar Il Vietnam ha conosciuto un enorme processo rivoluzionario nell’Agosto del 1945. La ritirata dei giapponesi generò un vuoto di potere e diede seguito ad una reazione delle masse popolari che soffrivano, dopo vari anni di guerra, una terribile scarsità di raccolti nei campi e carestie nelle città. A partire dal 16 Agosto le masse operaie e contadine occuparono le terre, le officine … Continua a leggere Trotskismo e stalinismo nella rivoluzione vietnamita del 1945 (terza parte)

La terra della Rivoluzione d’Ottobre: un paese di donne in cammino verso l’emancipazione. Quinta parte: forza lavoro e politica

Per la quarta parte clicca qui. Quinta parte dell’articolo della compagna Armağan Tulunay pubblicato su World Revolution no.1 Partecipazione alla forza lavoro Le scelte politiche della Rivoluzione d’Ottobre e dei suoi leader, in particolare di Lenin, partivano dall’idea che, per aprire un varco alla salvezza delle donne, fosse necessario debellare alcuni importanti fattori di esclusione. In particolare, l’analfabetismo impediva alle donne di prendere parte alla produzione … Continua a leggere La terra della Rivoluzione d’Ottobre: un paese di donne in cammino verso l’emancipazione. Quinta parte: forza lavoro e politica

La terra della Rivoluzione d’Ottobre: un paese di donne in cammino verso l’emancipazione. Quarta parte: le conquiste della Rivoluzione

Per la terza parte clicca qui Quarta parte dell’articolo della compagna Armağan Tulunay pubblicato su World Revolution no.1 Educazione Nella Russia zarista il 70% della popolazione era analfabeta. Questa percentuale era ancora più alta tra i contadini e le donne. Nel 1920, il tasso di analfabetismo tra la popolazione generale era del 67% e tra le donne era del 77,5%. I bolscevichi si impegnarono nel superamento … Continua a leggere La terra della Rivoluzione d’Ottobre: un paese di donne in cammino verso l’emancipazione. Quarta parte: le conquiste della Rivoluzione