Panorama internazionale

ALLA VIGILIA DEL 26° CONGRESSO DEL PARTIDO OBRERO di Rafael Santos e Pablo Heller Il crollo dell’esperienza macrista è inseparabile dallo scenario internazionale che ci troviamo di fronte. Il rapporto politico sottoposto all’esame del Congresso, pubblicato nelle pagine di “In difesa del marxismo”, sottolinea che l’Argentina è proprio l’anello più debole della crisi mondiale capitalista in evoluzione. “Per l’FMI, la crisi argentina è una delle … Continua a leggere Panorama internazionale

Sconfiggiamo il colpo di stato imperialista di Trump e del suo burattino Guaidó

La seguente è una dichiarazione politica proveniente dal Venezuela sul tentativo di colpo di Stato istigato dall’imperialismo e sulla minaccia di una guerra civile nel paese. La dichiarazione è stata scritta e ci è stata inviata da Opción Obrera (Opzione operaia, n.d.r.), gruppo marxista rivoluzionario, sezione venezuelana del CRQI. La Plataforma Revolucionaria de Lucha – Aragua (Piattaforma rivoluzionaria di lotta – Aragua), gruppo locale di … Continua a leggere Sconfiggiamo il colpo di stato imperialista di Trump e del suo burattino Guaidó

Dichiarazione del Fronte di Sinistra contro l’offensiva golpista in Venezuela

Il Fronte di Sinistra ripudia il tentativo di colpo di stato in Venezuela, promosso direttamente dall’intervento dell’imperialismo americano e dei suoi lacchè dell’OSA1. L’autoproclamazione a presidente di Juan Guaidó deriva dall’essere stato benedetto da Donald Trump e dai suoi agenti diretti in America Latina, come Bolsonaro, Macri, Piñera, in ciò che costituisce la diretta violazione della sovranità di un paese latino-americano. Cercano di nascondere questo … Continua a leggere Dichiarazione del Fronte di Sinistra contro l’offensiva golpista in Venezuela

Il duello Trump-Macron

di Pablo Heller Il recente tour in Francia di Donald Trump segna un nuovo salto di qualità nella tensione tra gli Stati Uniti e l’Unione Europea. Il presidente francese Emmanuel Macron aveva appena proposto la creazione di un esercito europeo per proteggere l’Europa, “in relazione alla Cina, alla Russia e persino agli Stati Uniti”. La proposta è stata accolta da Angela Merkel e da altri … Continua a leggere Il duello Trump-Macron

del regno saudita omicida, lacchè dell’imperialismo!

di Devrimci İşçi Partisi (Turkey), RedMed Finalmente è stato ammesso che il giornalista saudita Jamal Khashoggi è stato ucciso nel consolato dell’Arabia Saudita a Istanbul, dove era stato visto per l’ultima volta. L’annuncio è stato fatto dall’agenzia di stampa Saudi Press Agency su quanto dichiarato da funzionari sauditi. Con questa confessione l’Arabia Saudita cerca di addossare la colpa di questo omicidio ad alcuni agenti dell’intelligence. … Continua a leggere del regno saudita omicida, lacchè dell’imperialismo!

La carovana di migranti che smaschera Trump e l’imperialismo

Di Gustavo Montenegro, 19 ottobre 2018   La partenza di una carovana con migliaia di migranti centroamericani verso gli Stati Uniti ha scatenato una crisi nella regione e ha rivelato un dramma sociale simile a quello sperimentato in altre parti del mondo come il Mediterraneo. La “Camminata del Migrante” – organizzata da un ex deputato honduregno – è partita dalla città honduregna di San Pedro … Continua a leggere La carovana di migranti che smaschera Trump e l’imperialismo

Gli Stati Uniti hanno un problema di sicurezza nazionale – e non è quello che pensi. Il conflitto internazionale non è la più grande minaccia per la vita degli americani.

di Rajan Menon La seguente è la traduzione di un articolo pubblicato su” The Nation” il 16 luglio 2018, scritto da un professore, non marxista, della Columbia University che, sulla base di un’attenta analisi statistica, mostra la grave situazione sociale negli Stati Uniti. Sulla base dei dati contenuti in questo articolo, un economista della rivista economica Forbes ha scritto un editoriale sull’economia americana e sul … Continua a leggere Gli Stati Uniti hanno un problema di sicurezza nazionale – e non è quello che pensi. Il conflitto internazionale non è la più grande minaccia per la vita degli americani.