YANKEE GO HOME!

di DIP (Partito rivoluzionario dei lavoratori di Turchia)
L’attacco missilistico alla Siria all’alba del 14 aprile da parte dei paesi imperialisti guidati dagli Stati Uniti, è un atto di barbarie. I missili furono sparati a Damasco, Homs, Hama, Daraa e Al-Suwayda perché questo assalto si adattava agli interessi degli imperialisti americani, britannici e francesi ed era anche richiesto dalla sionista Israele. L’affermazione che questi attacchi siano stati eseguiti in risposta al presunto massacro chimico in Duma è un’enorme bugia.

I missili sono le firme imperialiste della provocazione chimica!

Prima di oggi, l’affermazione dell’uso di armi chimiche a Duma da parte del governo siriano era una ricerca di prove senza speranza. Tuttavia, dopo aver respinto ogni iniziativa investigativa internazionale volta a chiarire le accuse, gli imperialisti, che hanno colpito la Siria senza alcuna prova concreta, hanno già messo una firma sotto la provocazione chimica in Duma. I missili Tomahawk e Shadow, che colpiscono la Siria, non sono il prezzo da pagare per il massacro chimico, ma per il jet da combattimento israeliano abbattuto dalla Siria il 10 febbraio e in seguito l’espulsione delle bande settarie di collaborazionisti imperialisti e sionisti da Damasco. L’imperialismo vuole rilanciare il processo di Ginevra che ha perso credibilità e impatto in Siria. Gli imperialisti stanno cercando di esercitare la loro autorità al tavolo dei negoziati con il potere dei loro eserciti e della loro marina, perché le bande che hanno usato come subappaltatori sono state sconfitte.

Siamo solidali con il popolo siriano contro l’imperialismo e il sionismo

Il coro imperialista, guidato da Trump con minacce e insulti, ha lanciato più di cento missili e tentato di intimidire non solo la Siria, ma tutti i popoli mediorientali. In questo senso, anche se non ci schieriamo politicamente con Assad o le forze che sostengono il suo regime, siamo in piena solidarietà con il popolo siriano contro questa minaccia e consideriamo questo un attacco fatto a tutti i popoli della regione. Siamo lieti che i sistemi di difesa aerea siriani siano stati efficaci contro i missili e siamo anche lieti che le perdite siriane siano limitate, contrariamente alla propaganda americana. Nonostante con le loro portaerei, cacciatorpediniere, aerei da guerra, missili intelligenti e i loro attacchi feroci non possono nascondere che l’imperialismo è una forza che si sta indebolendo e in declino.

L’imperialismo nel suo letto di morte sostenuto dai collaborazionisti

Tuttavia, il declino e l’indebolimento dell’imperialismo non ci finiranno da soli nella tomba. L’imperialismo nel suo letto di morte detiene ancora un potere militare che può portare i popoli ad una catastrofe senza precedenti. Anche se questi recenti attacchi rimangono limitati a causa sia dell’inconsistenza delle loro accuse riguardo l’attacco chimico, che della minaccia di rappresaglia da parte della Russia, non deve passare inosservato che gli imperialisti hanno accumulato forze Mediterraneo orientale.

Una base importante per questo assedio imperialista sono i governi collaborazionisti nell’area. Questi sono guidati dall’Arabia Saudita che dà pieno sostegno all’assalto. Cipro ha funzionato ancora una volta come una portaerei inaffondabile con le basi Akrotiri e Dhekelia degli inglesi. Mentre le classi dominanti di Cipro e i loro custodi greci e turchi hanno litigato per anni, hanno escluso solo l’esistenza di queste basi dai negoziati. Ecco perché sono diventati partner in tutti i crimini commessi attraverso queste basi.

Il sostegno del governo di Erdogan e dell’AKP all’imperialismo è vergognoso

Sfortunatamente, anche la Turchia dà sostegno a questa aggressione imperialista. Il fatto che la base di Incirlik non sia stata usata nell’ultimo attacco non cambia nulla. Gli aerei in partenza da Incirlik hanno bombardato regolarmente la Siria per anni. I generali americani parlano spesso anche della cooperazione della Turchia in termini entusiastici. Tuttavia, nei recenti attacchi, il sostegno della Turchia è andato oltre l’utilizzo delle basi. Gli Stati Uniti non avevano bisogno di İncirlik per attaccare la Siria in un’area dove si accumulavano le portaerei; ma avevano bisogno di una copertura umanistica per la loro aggressione imperialista. Il potere politico in Turchia, col consenso unanime di tutti i livelli di governo a partire da Erdoğan, è precipitato in aiuto dell’imperialismo e si è mobilitato per dare una copertura umanistica all’aggressione con parole come: “lo vediamo come un passo positivo” (Binali Yıldırım), “questa azione era la voce della coscienza” (Ministero degli Esteri della Turchia), “era impensabile che il regime siriano sarebbe rimasto senza risposta” (il portavoce del Presidente İbrahim Kalın) e “gli assassini di persone innocenti devono essere stati chiamati a rispondere a lungo “(Recep Tayyip Erdoğan).

Fraternità dei popoli contro il sionismo e l’imperialismo

Le classi dominanti e i governi collaborazionisti ugualmente allineati dietro l’imperialismo. Noi, d’altra parte, siamo sullo stesso fronte con i ciprioti turchi e greci e la classe operaia della Grecia nella lotta contro la NATO, per la chiusura delle basi imperialiste e l’espulsione delle truppe straniere. Non siamo con i regimi arabi collaborazionisti, specialmente con l’Arabia Saudita, ma con il popolo palestinese che resiste alla pirateria israeliana, e col mondo arabo, che è pieno di rancore verso l’imperialismo e il sionismo. Estendiamo una mano di uguaglianza e fratellanza al popolo curdo contro coloro che abusano dell’oppressione del popolo curdo per i loro piani sporchi. Siamo quelli che dicono “pace con i curdi, guerra con gli Stati Uniti”.

La Turchia fuori dalla NATO, chiudere Incirlik!

È vergognoso che, quando si tratta di sostenere gli interessi dell’imperialismo, la Turchia sia in linea con la Grecia e l’Arabia Saudita, i paesi con i quali si scontra in merito, rispettivamente, a Cipro e il Medio Oriente. Questa situazione dovrebbe essere un’occasione per le persone per risvegliarsi dalle menzogne ​​che raccontano a sé stesse. Indipendentemente da ciò che fanno i governi collaborazionisti, i lavoratori del Medio Oriente e dei Balcani devono fare la loro scelta di fratellanza. Mentre loro sostengono l’aggressione imperialista e diventano partner di essa, il nostro dovere è di far crescere la lotta per l’uscita della Turchia dalla NATO e la chiusura di tutte le basi imperialiste, principalmente Incirlik.

Abbasso l’imperialismo USA!

Trump, in un messaggio sui social media che ha inviato prima di lanciare i missili, ha parlato del successo ottenuto contro DAESH, e ha detto: “Dov’è “grazie America”?” Mentre i missili venivano sparati in successione sul territorio siriano, i collaborazionisti si mettevano in fila per baciare la mano del loro padrone. Non rappresentano i lavoratori di queste terre, perché abbiamo una dichiarazione da fare: “YANKEE GO HOME!”defolamerika3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...