Turchia: problemi di democrazia (negata)

Questa è la traduzione in italiano della dichiarazione del Partito Operaio Rivoluzionario (DIP), ampiamente adattata al lettore internazionale e leggermente abbreviata, riguardo la decisione della Commissione Elettorale Suprema (YSK) della Turchia per una ripetizione delle elezioni per il sindaco di Istanbul. Boicottaggio! Tornare nel seno della nazione! Per un’assemblea costituente libera! L’abrogazione delle elezioni del sindaco della municipalità metropolitana di Istanbul da parte della Commissione … Continua a leggere Turchia: problemi di democrazia (negata)

Lo stato della guerra civile siriana: nuovi echi di guerra si prospettano all’orizzonte

di Trosko La recente scomparsa del compagno Lorenzo Orsetti, nome di battaglia Orso Tekoser, ha contribuito amaramente a riaccendere i riflettori su un conflitto che ha dilaniato la regione siriana con mezzo milione di morti. La lotta contro l’Isis, causa in cui credeva fortemente il compagno Orso, che militava nelle milizie dell’Unità di Protezione Popolare (YPG), ha vissuto lo scorso 23 marzo una svolta decisiva … Continua a leggere Lo stato della guerra civile siriana: nuovi echi di guerra si prospettano all’orizzonte

Umiliante sconfitta di Erdoğan alle elezioni locali: la classe operaia punisce il governo per la crisi economica

Riportiamo di seguito una brevissima sintesi della dichiarazione del DIP (Partito Operaio Rivoluzionario) sulle elezioni locali tenutesi in Turchia il 31 marzo 2019.  Il governo AKP di Erdoğan in Turchia ha subito un’umiliante sconfitta alle elezioni locali turche. La classe operaia ha punito il governo di Erdoğan per la profonda crisi economica presente sotto forma di una stagflazione che ha attanagliato il paese negli ultimi … Continua a leggere Umiliante sconfitta di Erdoğan alle elezioni locali: la classe operaia punisce il governo per la crisi economica

No ad un altro massacro in Siria

Di Jorge Altamira Il governo di Bashar al-Assad ha riconquistato il territorio siriano con l’aiuto di forniture e aviazione dalla Russia e con la partecipazione della Guardia rivoluzionaria iraniana e delle milizie di Hezbollah. Ora si appresta a rilevare la provincia di Iblid (dove vivono tre milioni di persone), nella Siria nord-occidentale, con l’intervento dell’aviazione russa e la certezza che causerà un enorme massacro nella … Continua a leggere No ad un altro massacro in Siria