La terra della Rivoluzione d’Ottobre: un paese di donne in cammino verso l’emancipazione. Seconda parte: Le donne come attrici della rivoluzione

Per la prima parte clicca qui. Seconda parte dell’articolo della compagna Armağan Tulunay pubblicato su World Revolution no.1 Le donne come attrici della rivoluzione Dunque, che cosa fecero le donne per migliorare la loro condizione essendo così sottosviluppate? Hanno ceduto sotto le difficoltà e le pressioni o hanno iniziato a lottare? Per rispondere a questa domanda, dobbiamo tornare indietro dal 1917 al 1895 quando fu … Continua a leggere La terra della Rivoluzione d’Ottobre: un paese di donne in cammino verso l’emancipazione. Seconda parte: Le donne come attrici della rivoluzione

La terra della Rivoluzione d’Ottobre: un paese di donne in cammino verso l’emancipazione. Prima parte: La situazione delle donne durante il periodo zarista

Prima parte dell’articolo della compagna Armağan Tulunay pubblicato su World Revolution no.1 Il 2017 è stato l’anno del centenario della Rivoluzione di Ottobre, la più grande rivoluzione vittoriosa della classe operaia fino ad oggi. Dopo la rivoluzione di ottobre, il nascente governo sovietico fece subito dei passi in avanti per soddisfare le richieste della classe operaia e degli oppressi. Non solo accolse le loro richieste, … Continua a leggere La terra della Rivoluzione d’Ottobre: un paese di donne in cammino verso l’emancipazione. Prima parte: La situazione delle donne durante il periodo zarista

Ci sono più di 800 milioni di affamati nel mondo

Come Macri, i paesi imperialisti hanno promesso “zero fame” di Nelson Marinelli In una riunione organizzata nel 2015 dall’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) – in cui si sedettero allo stesso tavolo i rappresentanti degli Stati imperialisti e circa duecento paesi portati ad una condizione di povertà proprio dai primi – fu approvata la cosiddetta Agenda 2030 che poneva obiettivi ambiziosi per quell’anno come “La fine … Continua a leggere Ci sono più di 800 milioni di affamati nel mondo

Se allo Stato e ai politici interessa così tanto la violenza sulle donne perché chiudono i centri anti-violenza?

Di D.C. Anche quest’anno il 24 e il 25 novembre abbiamo assistito alla solita passerella contro la violenza sulle donne. Ovunque le amministrazioni locali e i vertici dello Stato hanno preso la parola, realizzato manifesti e iniziative pubbliche per denunciare una realtà drammatica: nel 2018 i femminicidi sono stati più di 100, uno ogni 72 ore. E intanto il centro anti-violenza di Marghine, in provincia … Continua a leggere Se allo Stato e ai politici interessa così tanto la violenza sulle donne perché chiudono i centri anti-violenza?

Abbattere il capitalismo per una reale emancipazione delle donne

Ancora nel 2018, in tutto il mondo, le donne continuano ad essere al centro della cronaca nera. Abusi, violenze, stupri e uccisioni sono all’ordine del giorno. La promulgazioni di leggi ad hoc si rivela puntualmente inefficace nello sconfiggere questa piaga. Questo perché si pretende di eliminare il problema con misure a posteriori, senza intervenire sulle radici del fenomeno. L’oppressione delle donne è multiforme e millenaria. … Continua a leggere Abbattere il capitalismo per una reale emancipazione delle donne

La condizione della classe operaia in Inghilterra – Le donne

Si raccolgono qui alcuni passi tratti da “La situazione della classe operaia in Inghilterra (1845)” di Friedrich Engels incentrati sulle regole del mercato del lavoro capitalistico e gli effetti che queste hanno avuto in particolare sulle donne. Traduzione del testo a cura di marxists.org. La classe operaia inglese La storia della classe operaia inglese comincia con l’ultima metà del secolo passato, con la scoperta della … Continua a leggere La condizione della classe operaia in Inghilterra – Le donne

Le donne in fabbrica

Si raccolgono qui alcuni passi tratti da “La situazione della classe operaia in Inghilterra (1845)” di Friedrich Engels che testimoniano la condizione delle donne in fabbrica nel XIX secolo. Traduzione del testo a cura di marxists.org. Le donne ritornano spesso alla fabbrica tre o quattro giorni dopo il parto e lasciano naturalmente il loro lattante; nelle ore libere esse devono correre frettolosamente a casa per … Continua a leggere Le donne in fabbrica